La diaspora armena in lettere e musica

con Letizia Leonardi e Rita Tekeyan

Martedì 27 novembre, ore 19 – Spazio Bioforme, Via Aosta 2 – Milano

Martedì 27 novembre allo Spazio Bioforme di Via Aosta a Milano l’Armenia sarà protagonista dell’incontro Con occhi spietatamente umani, il secondo dei nove appuntamenti de La Città Plurale, un ciclo di eventi culturali realizzati dall’ufficio Reti e Cooperazione Culturale del Comune di Milano insieme all’Associazione MilanoFestivalLetteratura e alle comunità internazionali della città.

La scrittrice Letizia Leonardi presenterà Il chicco acre della melagrana (Edizioni DivinaFollia, 2018) libro biografico scritto a quattro mani con il suo protagonista Kevork Orfalian, figlio della diaspora armena e recluso nelle carceri turche dopo un’ingiusta accusa di terrorismo. Nel settembre 2005 un terribile incidente stradale costringe Kevork Orfalian in un letto di ospedale a Roma. La dolorosa degenza lo costringe forzatamente ad aprire il cassetto dei ricordi, che saranno rievocati in questo romanzo sulla sua vita. Una parabola fitta di aneddoti ed episodi che culmina con gli otto terribili mesi di prigionia nelle carceri turche per sospetta attività sovversiva, raccontati in pagine senza censure, colme di orrori e crudeltà. La sospirata scarcerazione coinciderà con la rinascita e un nuovo inizio denso di occasioni e avventure di un’esistenza a tratti rocambolesca che alternerà periodi di stenti ad altri di grande brillantezza.

Di seguito ci sarà il recital La musica verbale di un popolo errante di Rita Tekeyan, musicista, cantante e performer libanese di origine armena. La sua musica è un Manifesto contro la guerra, contro i genocidi e contro tutti i tipi di crimini che annientano l’umanità. Tema vissuto personalmente dall’artista. Il suo progetto è un tributo a coloro che hanno sacrificato la propria vita per la verità, il rispetto delle origini. Il suo album di debutto “Manifesto Anti-War” è uscito in Giugno 2015 in edizione limitata di 100 copie prodotto da etichetta indipendente italiana Rosa Selvaggia.

La serata è organizzata in collaborazione con l’Associazione Italiarmenia per l’Amicizia Italo-Armena.

L’ingresso è gratuito e data la limitata capienza della sala, si prevedono circa 50 ingressi.

Città Plurale si svolge nel periodo tra ottobre 2018 e luglio 2019 ogni ultimo martedì del mese. In ciascuno dei nove Municipi di Milano verranno organizzati eventi in collegamento con le comunità internazionali che operano nel territorio.

Si uniranno così percorsi di musica, letteratura, arti visive, danza e altre arti performative e ogni incontro sarà un faro acceso su una delle culture che contribuiscono a rendere viva, moderna e poliedrica la città di Milano. Le comunità si racconteranno in prima persona attraverso scritti, poesie e musica. Dall’Armenia al Perù, dall’Eritrea alla Romania, dalla Comunità Rom a quella Filippina, passando per l’Albania e la Siria.

La Città Plurale è coordinata dall’Ufficio Reti e Cooperazione Culturale del Comune di Milano, che promuove una serie di attività culturali che rientrano nel programma Città Mondo. Il fine è quello di organizzare, stimolare e promuovere attività culturali che abbiano come protagoniste le comunità internazionali presenti a Milano. Città Mondo promuove l’integrazione, la contaminazione culturale, la curiosità verso l’altro e tolleranza, uno spazio deputato al dialogo interculturale e alla promozione di progetti, attività e iniziative rivolte all’intera cittadinanza.

Letizia Leonardi è nata a Civitavecchia nel 1965 e attualmente residente a Piombino. Ha pubblicato contributi sulla cultura armena su riviste e volumi. Ha tradotto dal francese Mayrig (Divinafollia, 2015), il libro autobiografico di Henri Verneuil, presentato per la prima volta al Salone Internazionale del Libro di Torino.

Contatti Stampa

Luca Faenzi – Ufficio Reti e Cooperazione Culturale – luca.faenzi@[NOSPAM]comune.milano.it

Tel: 338.8364299