levigatrici per legnoLevigatrici, una per ogni esigenza!

In questa guida ti mostro come puoi scegliere la migliore levigatrice per legno per le tue esigenze, e quali sono i migliori prodotti sul mercato.

Le levigatrici per legno sono elettro utensili indispensabili per restaurare mobili, finestre, per  eseguire lavori di sgrossatura, per la carteggiare e perfino per sverniciare. Si tratta  quindi di strumenti estremamente versatili utili sia per le piccole che per  le grandi superfici.

Le levigatrici per legno: tipi e modelli

La scelta di una levigatrice dipende come sempre dal lavoro che devi eseguire. Alcuni modelli sono più compatti di altri e dunque più adatti per levigare piccole superfici, mentre altri sono più indicati per le tavole o le superfici più ampie. Qui di seguito ti parlerò di tutte le caratteristiche più importanti.

1. Levigatrice a nastro 

Le levigatrici a nastro sono le principali protagoniste quando si parla dei lavori di falegnameria e di sgrossatura del legno. Anche quando devi sverniciare, ad esempio, possono risultare fondamentali. Questi modelli sono ideali anche per livellare le assi o i listelli del parquet, per via delle loro dimensioni, perfette per questo scopo.

Di contro questi utensili hanno un peso che può superare i 7 kg e sono piuttosto ingombranti. Però sono i migliori se  devi sgrossare ampie superfici ampie (come porte e pavimentazioni) o rimuovere molto materiale e diversi strati.

Come funziona? Ha una base con 2 rulli paralleli, sui quali viene fissata la carta abrasiva.  Vediamo una sintesi dei vantaggi e dei limiti:

VANTAGGI

  • Ideale per i lavori di sgrossatura
  • Indispensabile per le superfici molto ampie
  • Comoda per porte, parquet e pavimentazioni

LIMITI

  • Pesante
  • Aggressiva sulle superfici trattate e quindi a rischio di lasciare solchi se non utilizzata correttamente

2. Levigatrice orbitale per legno

Le levigatrici orbitali sono le sorelle minori dei modelli a nastro. Hanno la base o platorello più piccola, di conseguenza pesano di meno e sono più semplici da gestire. Ottime per tutti gli appassionati alle prime armi che temono di lasciare dei solchi sul legno.

Questa smerigliatrice per legno, che copre una porzione inferiore di superficie ad ogni passata, è adatta per le rifiniture e per carteggiature meno impegnative. Per quanto concerne il suo movimento,  è oscillante, in genere fra i 3 millimetri e i 5 millimetri.

Le sue caratteristiche la rendono utilissima anche per la levigatura degli angoli e persino dei bordi. La base può essere sia triangolare che rettangolare, e  in certi modelli il platorello può essere smontato e sostituito in base alle necessità (levigatrici multifunzione).

VANTAGGI

  • Maneggevole
  • Comoda per levigare superfici piccole e delicate
  • Adatta per chi ha poca esperienza
  • Ottima per lavorare con precisione

LIMITI

  • Sconsigliata per superfici grandi
  • Inadatta alle sgrossature importanti

3. Levigatrice rotorbitale

Si tratta di una sorta di via di mezzo fra le due precedenti. Puoi usarla sia per i lavori di sgrossatura importanti, sia per le rifiniture. Con un piatto rotondo e un movimento circolare, il platorello gira su se stesso. L’oscillazione misurata in giri al minuto, può arrivare a 20.000 a seconda della potenza del motore.

La presenza del platorello rotondo la rende adatta alle aree curve, di conseguenza puoi considerarlo un elettroutensile particolarmente versatile. Sa essere anche potente quando serve, e il merito va alla rotazione circolare del piatto, in grado di asportare parecchio materiale.

Uno degli aspetti più importanti da valutare è il diametro del platorello della carteggiatrice per legno, dal quale dipende la grandezza della porzione di superficie che potrai levigare a ogni passata. Si parte da un minimo di 12,5 centimetri fino a un diametro massimo del disco pari a 15 centimetri.

VANTAGGI

  • Ottima per carteggiare le superfici curve
  • Utile sia per sgrossare che per rifinire
  • Il platorello tondo può, all’occorrenza, asportare molto materiale

LIMITI

  • Poco agile negli spazi ridotti
  • Se non usata con attenzione può creare dei solchi

4. Levigatrice a delta

In questo caso il platorello ha una forma triangolare. Questa levigatrice per legno ha un movimento orbitale e lo ottimizza per la rifinitura e la carteggiatura delle superfici ad angolo e dei bordi, sfruttando tutte e tre le sezioni del piatto.

Si tratta in sintesi di un attrezzo consigliato per raggiungere quelle zone di difficile accesso agli altri utensili. Per quanto concerne la loro versatilità, questa aumenta se scegli un modello con platorello ruotabile, così da poter sfruttare tutte le punte della carta abrasiva. Infine, essendo particolarmente compatto, è adatto soprattutto per le piccole superfici, al punto che spesso può essere guidato con una sola mano.

VANTAGGI

  • Il meglio per la rifinitura di angoli e bordi
  • Maneggevole e di dimensioni compatte
  • Perfetta per raggiungere i punti più stretti e scomodi

LIMITI

  • Inutile per ampie superfici

5. Levigatrice multifunzione 

Le levigatrici multifunzione per legno sono molto versatili, perché ti danno la possibilità di smontare il platorello e di sostituirlo con uno di forma diversa. A volte sono chiamate con diversi nomi: palmare (ma solo i modelli che puoi usare con una sola mano), mouse (per la caratteristica forma) e 3 in 1 (delta, orbitale e rotorbitale insieme).

Potendo cambiare il piatto puoi usare lo stesso strumento per 3 funzioni diverse: ti basta montare il platorello adatto e iniziare a usarlo, per poi modificare la base e sfruttare lo strumento per altri lavori. Pur essendo piccola,con la base rettangolare puoi ottenere uno strumento adatto anche per levigare superfici mediamente ampie.

Come la maggior partete dei tool multifunzione si tratta di utensili non adatti a un uso intensivo di tipo professionale.

VANTAGGI

  • Versatile: puoi utilizzarla per tre funzioni differenti
  • Spesso è piccola e palmare
  • Adatta sia per superfici ampie, sia per le zone piccole o complesse

LIMITI

  • Non è  per professionisti

6. Levigatrice da banco

Si tratta di un prodotto perfetto per la levigatura del legno, soprattutto se si fa riferimento alle superfici molto ampie. Come spiega il suo stesso nome, dovrai fissarla su un tavolo e sfruttare la carta abrasiva tesa fra i due rulli paralleli.

Diciamo che il sistema è fondamentalmente identico a quello della levigatrice a nastro per legno, con la differenza che viene “capovolto”. Inoltre, è presente anche un disco laterale con carta abrasiva che ti consentirà di levigare piccoli pezzi di legno.

VANTAGGI

  • Stabilità e precisione
  • Perfetta per la levigatura delle superfici più ampie

LIMITI

  • utensile stazionario