counter stats

Combattere la depressione senza farmaci, lavorando il legno

Blog|

Una storia personale Era la fine del 2007, proprio all'inizio della grande crisi economica che avrebbe creato in Italia e non solo, milioni di disoccupati. Venni licenziato all'improvviso. Non me l'aspettavo. L'azienda doveva tornare in utile e io ero diventato uno dei tanti fardelli, un numero tra tanti. Fu uno shock, caddi in depressione. Da lavoratore soddisfatto e iperproduttivo divenni in poche settimane pigro, apatico e asociale. Fu allora che, quasi per caso, scoprii Bioforme e la possibilità di lavorare il legno con una metodologia molto più vicina al processo artistico e creativo che a quello artigianale e produttivo. Fu così che scoprii come per affrontare la depressione non esistevano solo i farmaci, i cibi  sani, l'attività fisica, e le terapie psicologiche, ma che era possibile guarire anche se ti dedicavi con costanza alle attività manuali. Molti studi sostengono che ritrovare la serenità senza ricorrere ai farmaci sia possibile: una strada è quella di  riscoprire l'utilità delle attività pratiche , che aiutano [...]

Trapano a colonna da banco

Blog|

Tutto quello che devi sapere per sceglierlo e usarlo in sicurezza Vi sarete certamente imbattuti nell'uso del trapano a colonna da banco, se  avete fatto uno dei corsi di falegnameria creativa di Bioforme, Non accade spesso, ma quando occorre fare dei fori un po' più precisi del solito , allora  il trapano a colonna è una vera benedizione :) Oggi è possibile acquistare un buon trapano a colonna da banco, sufficiente per lavori di fai da te ed hobbistica per prezzi intorno ai 100 euro. Si tratta di cifre veramente modeste se paragonate a quelle degli attrezzi professionali che richiedono lo stesso importo per il solo mandrino. Alla fine dell'articolo ti darò un suggerimento per l'acquisto di un modello di trapano a colonna da banco, con le caratteristiche di economicità e versatilità che ti ho appena descritto. Ricordati che trapani a colonna di questo tipo: non possono essere utilizzati anche come  fresatrice, perchè solo una fresatrice è progettata [...]

Alcool isopropanolo

Blog|

Perchè ne parliamo? Nel laboratorio di falegnameria di Bioforme spesso gli allievi utilizzano i propri smartphone per fare foto o video dei propri lavori e non di rado capita che si sporchino di colla o vernice. A volte capita che qualcuno sporchi i propri occhiali lasciati inavvertitamente sul banco da lavoro. Cercavamo un prodotto che rimuovesse alla perfezione ogni tipo di vernice e  residuo di colla sui telefoni e sui cristalli e ...l'abbiamo trovato! Vediamo di seguito le principali caratteristiche dell'alcool isopropanolo noto anche come alcool isopropilico - prodotto usato per igienizzare superfici sanitarie ed elettroniche - non lascia aloni ed evapora velocemente - odore acre e fastidioso - forte sgrassante, può essere impiegato per pulire superfici in plastica, metalliche ed in vetro. Sebbene molto efficace per il tipo di operazioni appena descritte l'alcool isopropilico deve essere maneggiato con estrema cautela. Vediamo perchè. Alcool isopropilico: tossicità e pericoli L’alcool isopropilico è altamente infiammabile può essere molto tossico [...]

Come è fatta una sega da falegname

Blog|

Vi siete mai chiesti di quante e quali parti è composta una sega manuale da falegname? Probabilmente no, e perchè mai dovreste esservelo chiesto ... Ma a Bioforme, oltre ad amare il legno e a lavorarlo, siamo curiosi, e perciò dedichiamo questo breve post agli amanti dei dettagli e delle classificazioni. Ebbene la sega si compone di 5 parti almeno! Il Tallone E' la parte destinata all’ impugnatura; La Punta E' la parte più distante dall’ impugnatura detta tallone, è in altre parole l’ altra estremità del corpo metallico dentato utilizzato per il taglio La Lama E' la parte metallica munita di denti importantissima perché usata per il taglio; Il Dorso E' il profilo della sega non munita di denti, ovvero posta al lato opposto della lama; i denti, ovvero quei piccoli elementi appuntiti e taglienti che vengono posti sulla parte metallica in modo da permetterle di tagliare. I Denti I denti della sega non sono completamente complanari alla lana, [...]

Modelli e prezzi di lame per seghetto alternativo

Blog|

Quali lame per il seghetto alternativo Hai già scelto il seghetto alternativo che fa per te? Se hai già in mente qualcosa tieni presente però che altrettanto fondamentale è conoscere quale sia la lama più adatta per il materiale e il tipo di taglio che vuoi affrontare. Un seghetto alternativo modesto, può diventare molto più performante se solo si investono pochi euro in più nell'acquisto di buone lame. Esistono in commercio lame per seghetto alternativo per ogni  materiale e compito, tra cui, ad esempio, lame per ceramica, metallo e vari tipi di tagli di legno. Non è complicato, vediamo qui di seguito i tipi di lama che potrebbero servirti. Le 4 lame principali Si distinguono facilmente perché le lame per metallo hanno denti molto sottili, mentre quelle per ceramica e plastica hanno una grana diamantata sul bordo. Le lame per il legno, che qui più interessano, vanno da quelle con  denti molto fini per tagli [...]

In ricordo di Paolo Rassatti

Blog|

Il 23 dicembre 2018 è morto Paolo Rassatti. Era appena venuto a Bioforme per fare gli auguri di Natale a Jurek. La notizia ci è arrivata solo pochi giorni fa e ha scosso profondamente tutti gli amici che aveva nell'Associazione, di cui egli stesso faceva parte da oltre 10 anni. Paolo era una persona gentile, tanto fragile quanto caparbia e coraggiosa. Aveva una grande capacità di dialogo e la rara capacità di entrare subito in sintonia con le persone. La sua sensibilità per l'arte e la sua appassionata ricerca in campo visivo (era, tra le altre cose, anche un abile videomaker e artista se medesimo), lo hanno portato a lavorare con tanti artisti che vedevano in lui, non solo un prezioso collaboratore e un instancabile organizzatore, ma anche un amico speciale. Nonostante le sue sofferenze fisiche, il suo entusiasmo era incontenibile. Spesso quando percepiva scetticismo verso le sue idee, si infervorava da solo quasi a voler spazzar via con la [...]

Precisa come il laser

Blog|

La sega giapponese Una guida completa alle seghe giapponesi. Scopri i motivi di un fascino irresistibile. Un giorno un allievo del corso di falegnameria di Bioforme si avvicinò al maestro Jurek, che stava segando qualcosa con la sega giapponese. Appena si accorse di cosa stava facendo, gli chiese: "maestro, perchè non usi la troncatrice?". Jurek si fermò, alzò lo sguardo verso lo studente e con calma gli rispose: "non occorre un carro armato per schiacciare una zanzara". Ecco! Hai mai provato il piacere di tagliare il legno con un sega,  e percepire il legno come burro? Hai mai segato con una sega manuale con l'assoluta certezza di ottenere un un taglio al laser? Bene, adesso ascoltami! Se questo non ti è ancora accaduto allora è sicuramente perchè non hai mai usato le seghe giapponesi. Questi utensili sono utilissimi in tutte le lavorazioni del legno più comuni e frequenti. Sono seghe straordinariamente affilate e al contrario delle seghe tradizionali tagliano quando si tira e [...]

Cerchi un manuale di falegnameria?

Blog|

I migliori manuali di falegnameria in italiano selezionati per te Esiste il manuale di falegnameria perfetto? Dipende da cosa ti aspetti. A Bioforme insegnamo da anni a lavorare il legno, attraverso corsi e workshop di falegnameria. Siamo sicuri che nessun libro sulla lavorazione e intaglio del legno, per quanto ben scritto e illustrato, possa mai sostituire l'esperienza pratica e diretta sul campo a fianco di un falegname più esperto. Ma aspetta un attimo... I libri sulla falegnameria sono comunque un ottimo punto di partenza per alimentare la tua passione e soddisfare le tue curiosità, sia prima che dopo un buon corso di lavorazione del legno. In questo articolo abbiamo selezionato una serie di manuali sulla lavorazione del legno che ti saranno utili per: evitare gli errori più comuni imparare più rapidamente questa bellissima attività manuale realizzare i tuoi lavori in legno fai da te dall'inizio alla fine scoprire cosa costruire con il legno conoscere tutti gli strumenti per lavorare [...]

LA DIVERSITA’ DELLA BELLEZZA: GEORGIJ SAFRONOW E FLAVIO PIRINI

Blog|

Dipinti di Georgij Safronow La sera del 24 settembre 2016, al Bioforme di Milano si sono espressi due artisti, due persone, due visioni della vita. Parlo del maestro Georgij Safronow, pittore russo, e di Flavio Pirini, cantautore cabarettista (per dare l'idea, non definizioni) milanese, accompagnato dal complice pianista Mell Morcone. Le due personalità non potrebbero essere più diverse, e proprio per questo è stato interessante il loro accostamento, in uno spazio che invita tutte le forme di espressione artistica di qualità. La vita sicuramente è al centro delle due forme d'arte, ma con quali differenze! Ho riscontrato una certa complementarietà degli opposti, nel senso che l'arte visiva pittorica  si completa con l'arte uditiva musicale e poi, più specificamente, la visione "evocativa, sentimentale" di Georgij si confronta con quella "cinica - ironica, intellettuale" di Flavio. Georgij descrive la vita come un insieme evocativo di relazioni e sentimenti umani,  attraverso una pennellata "metamorfica". In questo senso il pennello imprime qualcosa che svanisce [...]

Jazz secondo Sartre

Blog|

Bioforme, sarà per la location così suggestiva, costituita da un susseguirsi di forme ondulate, asimmetriche, evocante libertà e un certo sentimento di "anarchia", è solita ospitare formazioni jazz nelle sue serate dedicate ai concerti. Anche durante i corsi di disegno, per stimolare la fantasia e lasciarsi andare, si è soliti ascoltare musica jazz. Per questo, vi proponiamo un brano che descrive efficacemente il potere di questa musica, tratto da La Nausea dello scrittore e filosofo Jean-Paul Sartre. Non v'è melodia, solo note, una miriade di piccole scosse. Non hanno sosta, un ordine inflessibile le fa nascere e le distrugge, senza mai lasciar loro l'agio di riprendersi, di essere per sè stesse. Corrono, s'inseguono, passando mi colpiscono con un urto secco, e s'annullano. Mi piacerebbe trattenerle, ma so che se arrivassi ad afferrarne una, tra le dita non mi resterebbe che un suono volgare e languido. Devo accettare la loro morte; devo perfino volerla: conosco poche impressioni più aspre e più [...]

Load More Posts
Prenota Ora