Bioforme continua la sua serie di articoli dedicata alla respirazione consapevole come strumento per la meditazione creativa. Oggi ti parlo dell’aria e di come dovresti consumarla.

Hai presente quando hai un  lauto pasto davanti a te e non riesci a decidere se, per mangiare, devi usare un cucchiaio o una forchetta? La stessa decisione può essere presa quando si respira aria, devi usare la bocca o il naso per mangiarti l’aria?

I Gas

Come abbiamo imparato nell’ultima puntata, il cuore della respirazione è lo scambio di gas, entra ossigeno ed esce anidride carbonica. C’è anche dell’ossido nitrico di mezzo …se respiri correttamente.

Guardiamo un po’ più da vicino questi tre gas!

Ossigeno – O2

Il tuo corpo usa l’O2 come fonte per metabolizzare zuccheri, grassi e proteine ​​e produrre così energia. Questo è il metabolismo aerobico ed è il meccanismo predefinito del tuo corpo per recuperare energia. Se, tuttavia, ti alleni molto duramente ei tuoi polmoni non riescono a tenere il passo con la richiesta di ossigeno dei tuoi muscoli, il tuo corpo può passare al metabolismo anaerobico, cioè alla creazione di energia senza ossigeno! Questa forma di metabolizzazione è 16 volte meno efficace rispetto all’ossigeno e viene prodotto acido lattico, degradando l’efficacia dei muscoli e portando successivamente a dolori muscolari.

Anidride carbonica – CO2

L’anidride carbonica è sempre nelle notizie perché contribuisce al riscaldamento globale. E sebbene sia anche un prodotto di scarto della tua respirazione, è necessario regolare la tua respirazione e il livello di PH del tuo corpo. Per impostazione predefinita, il tuo sangue ha una saturazione di ossigeno superiore al 95%, ma più non è necessariamente migliore. Se porti la saturazione di ossigeno nel sangue al 100%, il tuo corpo non può estrarre l’ossigeno dal sangue poiché ha bisogno di una certa quantità di CO2 per farlo. Questo è anche il motivo per cui ti senti stordito quando fai troppi respiri profondi e veloci (iperventilazione). Si parla di Effetto Bohr, scoperto dal padre di Niels Bohr, Christian Bohr.

Ossido nitrico – NO

Quando si respira attraverso il naso, questo gas benefico raggiunge i polmoni e il flusso sanguigno. Questo gas fa bene alla salute dei vasi sanguigni, aumenta i livelli di ossigeno nel sangue, ha dimostrato di essere antibatterico e antimicotico e migliora le risposte immunologiche contro le tossine.

Respira attraverso il naso, non la bocca!

La respirazione durante il giorno è solitamente automatica, il che significa che non devi concentrarti su di essa. Una cosa che dovresti assolutamente assicurarti però è di respirare sempre attraverso il naso e non la bocca.

Il naso ha il primo contatto con l’aria in entrata e fornisce un’importante serie di servizi:

  • Riscalda o raffredda l’aria in entrata: nelle giornate fredde, l’aria arriva ai polmoni quasi a temperatura corporea, proteggendo le vie aeree da infiammazioni e irritazioni. Gli studi hanno dimostrato che quando le persone respirano aria fredda secca attraverso la bocca, possono soffrire di broncocostrizione indotta dall’esercizio.
  • Umidifica e purifica l’aria: Il tuo naso è anche la tua linea di difesa contro polvere, virus, batteri e qualsiasi altra cosa che galleggia nell’aria che non dovrebbe entrare nei tuoi polmoni.
  • Rallenta il flusso d’aria consentendo uno scambio di gas più efficace con un assorbimento di ossigeno migliore fino al 20%. Quando espiri attraverso il naso, crei una contropressione che fa uscire l’aria più lentamente, quindi non solo dentro ma espira anche attraverso il naso.

Gli studi hanno dimostrato che la respirazione nasale migliora anche la tua funzione cognitiva come l’apprendimento e il ricordo stimolando alcune aree del cervello.

Il tuo corpo produce ossido nitrico (NO) nelle tue cavità nasali e hai imparato all’inizio di questa lezione quanto sia benefico.

E se questi argomenti non bastano per convincerti, ecco alcuni motivi per cui respirare con la bocca fa male:

  • Ti disidrata poiché il vapore acqueo fuoriesce dalla bocca aperta. Ti sei mai svegliato con la bocca secca al mattino con sete?
  • Provoca russamento e apnea notturna e altri disturbi del sonno  dovuti all’ostruzione respiratoria nasale.
  • Nei bambini, ostacola la crescita e lo sviluppo del sistema nervoso centrale e ha un effetto negativo sulla memoria e sulle capacità di apprendimento.
  • Provoca la postura della testa in avanti .
  • Prendi troppa aria che si chiama respiro eccessivo. La respirazione eccessiva o l’iperventilazione costante è negativa poiché ha effetti profondi sul rapporto O2 / CO2, di cui imparerai di più in seguito.

Se anche dovessi smettere di leggere a questo punto, avresti già imparato una cosa super preziosa che cambierà la tua vita in meglio, ed cioè che dovresti sempre respirare attraverso il naso.

Nel prossimo articolo ti mostrerò un paio di test in modo che tu possa verificare quanto funzioni la tua respirazione.

Continua a seguirci!