counter stats

I 3 migliori giochi per bambini in legno

Perchè regalare un gioco in legno ad un bambino di 8 anni o anche più grande? Semplice... Il 90% delle nostre abilità cognitive passa attraverso le nostre mani. Rifletti bene su ciò che hai appena letto...il 90% I giochi che Bioforme consiglia in questa pagina sono i migliori e i più sicuri per stimolare lo sviluppo cognitivo del tuo bambino, affinare le sue abilità motorie  e aiutarlo nel suo processo di socializzazione con gli altri bambini. Questi giocattoli di legno hanno tante virtù e zero difetti. I loro pregi si riassumono in 1 fatto principale: sono semplici, diretti, facili, intuitivi, divertenti proprio come li vedi. Ed è per questo che s’imprimono da subito nell’immaginario dei bimbi, stimolando la loro fantasia ben oltre ciò che vedono.Si può anche  dire che più i giocattoli sono semplici, maggiore è la libertà di gioco che lasciano ai bambini. Del resto è la stesso approccio che insegnamo nei laboratori di falegnameria creativa a Bioforme [...]

Enzo Mari e le affinità con Bioforme

Enzo Mari è morto nell’ottobre di quest’anno (2020) e l’eredità che ci ha lasciato è importante anche per noi. Nel blog di Bioforme si fa sempre riferimento  al concetto di artigiano che progetta e costruisce da sé i propri mobili e arredi unici grazie alle proprie competenze manuali in contrapposizione al designer che, al contrario, progetta da sè, ma delega la realizzazione in serie ad altri. Mari, era in realtà una figura ibrida: un designer artigiano ed è per questo che gli tributiamo un omaggio in questo spazio. Enzo Mari e i maker Oggi molti parlano di autoproduzione e c'è un vasto movimento che prende il nome di maker. Mari è stato, a detta di molti uno dei precursori di questo movimento, se non uno dei principali teorici. Il movimento dei maker iniziò qualche anno fa con  la terza rivoluzione digitale. Dopo la prima che coincide con la nascita di internet e la seconda degli anni ‘90, quella del [...]

Come scegliere la potenza di un seghetto alternativo

La potenza di un seghetto alternativo dipende dalla potenza del suo motore che si esprime in watt. Di solito i seghetti alternativi hanno una potenza compresa tra 400 e 900 watt. Nel laboratorio di Bioforme, i seghetti alternativi sono tra gli attrezzi più usati in assoluto. Le forme organiche, curvilinee e naturali che caratterizzano i nostri progetti impongono di tagliare spesso le tavole secondo tracciati curvi. E questo è il principale compito di questo elettro utensile. Da un punto di vista tecnico la potenza di un seghetto alternativo a filo è direttamente correlata sia alla frequenza della corsa della lama che alla lunghezza della corsa stessa. Questo significa che gli utensili con una potenza maggiore saranno  in grado di tagliare in modo più efficace ed efficiente una gamma più ampia di materiali. I seghetti alternativi con una potenza di 700 W o più sono in grado di tagliare materiali più spessi e duri. Di conseguenza, questi strumenti sono più [...]

Come scegliere l’impugnatura del tuo seghetto alternativo

Esistono 2 tipi di impugnatura per seghetto alternativo. Lo sapevi? impugnatura sul corpo impugnatura a staffa Mentre i seghetti elettrici con impugnatura a staffa tendono ad essere quelli più preferiti, entrambi i tipi di impugnatura in verità hanno i loro punti di forza e di debolezza. Gli allievi dei corsi di falegnameria creativa di Bioforme imparano subito a riconoscerli. In questo articolo ti aiutiamo a scoprirli. Adesso seguici! Impugnatura a staffa La maggior parte dei seghetti alternativi ha un'impugnatura a staffa, a volte nota come impugnatura ad arco o impugnatura a D, sulla quale si trovano l'interruttore a grilletto e il selettore di controllo della velocità. La presa su questi utensili è più facile perchè il manico è più sottile e ciò li rende  comodi da maneggiare rispetto ai seghetti alternativi con impugnatura sul corpo. Questo è il motivo principale per cui i seghetti alternativi con questo tipo di manico sono i più popolari tra i principianti. Tuttavia, poiché [...]

Impregnante legno: 3 protettivi per legno per ogni esigenza

Applicare l'impregnante per legno è semplicissimo. Vediamo subito qualche consiglio pratico: elimina la vecchia vernice scartavetrando la superficie fino a rimuovere ogni residuo applica l'impregnante in modo omogeneo con un pennello, una spugna o un panno elimina il prodotto in eccesso lascia asciugare per il tempo indicato sulla confezione dal produttore stendi una seconda mano Impregnante all'acqua per legno Devi sapere che oggi la maggior parte degli impregnanti per legno in commercio sono ad acqua per motivi di maggiore sostenibilità ambientale. L'impregnante ad acqua o a solvente rimane comunque un prodotto protettivo sintetico che penetra nel poro del legno isolandolo dall'esterno. Flatting o impregnante Rispetto al vecchio flatting, il trattamento con impregnante ha dunque il vantaggio di non creare una pellicola che poi con il tempo finisce con lo sfogliarsi, lasciando un fastidioso effetto antiestetico. Se vuoi  comunque ottenere un effetto satinato con gli impregnanti, Bioforme ti consiglia di stendere due mani di prodotto: la superficie sarà protetta maggiormente e [...]

Il bosco

Che cosa è il bosco? Definizione e significato Il bosco non è che un insieme di alberi, la cui storia può essere stata dominata dalla Natura oppure influenzata dalle attività dell’Uomo. Secondo l'autorevole Enciclopedia Treccani il bosco si definisce come un' associazione vegetale di alberi selvatici di alto fusto (e inoltre di arbusti, suffrutici ed erbe, che più propriamente. costituiscono il «sottobosco») su una notevole estensione di terreno. Secondo Wikipedia poi, quando un bosco  ha superfici molto grandi e densità  di piante ancora maggiori, si deve parlare più propriamente di foresta. Potremmo allora identificare il bosco come una foresta in miniatura. Se ti piace lavorare il legno, come a noi della Falegnameria artistica di Bioforme, allora amerai senz'altro gli alberi e i boschi dai quali provengono. Ecco perché in questo articolo cerchiamo di approfondire un poco l'origine e la tipologia dei boschi. Partiamo... L'età del bosco Quando gli alberi hanno tutti la stessa altezza, allora vuol dire che [...]

La qualità della linea

Come si disegna Tecniche del disegno artistico Come si disegna è sempre più importante del cosa si disegna. Nel corso di disegno di Bioforme,  durante gli esercizi di copia dal vero viene dedicata molta attenzione alla qualità della linea. Cosa intendiamo esattamente? Seguimi per un momento... Generalmente in un disegno la varietà dei tratti utilizzati (vigorosi, corti, grossi o fini) serve per dare piacere alla vista e descrivere la scena. Se consideriamo invece una linea isolata, questa può rivelarsi ambigua. Tuttavia se la sua intensità è variabile, esssa diventa un potente strumento per trasmettere l'illusione dello spazio e del volume anche quando è usata solo come contorno. Facciamo un esempio... ...una linea ingrossata può indicare ombra o vicinanza allo spettatore, al contrario una linea leggera e sottile può indicare luce o lontananza. Per chiarire questo concetto vediamo due esempi: il Disegno di donna nuda in piedi di Amedeo Modigliani (sotto a sinistra) un disegno di André Derain (sotto [...]

Come carteggiare il legno

Che cos'è la carta vetrata Levigare, grattare, smerigliare, carteggiare, scartavetrare sono tutti termini che significano di fatto la stessa cosa. Sostanzialmente per levigare il legno devi usare la carta vetrata o abrasiva. La carta vetrata è un materiale abrasivo che può essere usato da solo ma più spesso è applicato su supporti di tipo differente (dal blocchetto di legno fino alle grandi levigatrici  di tipo industriale). Per scegliere la carta vetrata o abrasiva adatta al tuo lavoro devi sapere che c’è una classificazione che ti può aiutare. Come suggerisce Wikipedia, la grana della carta vetrata va da 12 a 7000.  Ti basti sapere per ora che i numeri più bassi corrispondono alle grane più spesse e aggressive, quelle da utilizzare per i lavori di sgrossatura; quelle più alte corrispondono, invece a materiale per le finiture e i lavori di precisione più delicati. In ogni caso per scartavetrare il legno, molto difficilmente ti troverai ad usare carte con grana superiore a 600.  Se avrai la pazienza di seguirmi, in questo articolo ti [...]

Combattere la depressione senza farmaci, lavorando il legno

Una storia personale Era la fine del 2007, proprio all'inizio della grande crisi economica che avrebbe creato in Italia e non solo, milioni di disoccupati. Venni licenziato all'improvviso. Non me l'aspettavo. L'azienda doveva tornare in utile e io ero diventato uno dei tanti fardelli, un numero tra tanti. Fu uno shock, caddi in depressione. Da lavoratore soddisfatto e iperproduttivo divenni in poche settimane pigro, apatico e asociale. Fu allora che, quasi per caso, scoprii Bioforme e la possibilità di lavorare il legno con una metodologia molto più vicina al processo artistico e creativo che a quello artigianale e produttivo. Fu così che scoprii come per affrontare la depressione non esistevano solo i farmaci, i cibi  sani, l'attività fisica, e le terapie psicologiche, ma che era possibile guarire anche se ti dedicavi con costanza alle attività manuali. Molti studi sostengono che ritrovare la serenità senza ricorrere ai farmaci sia possibile: una strada è quella di  riscoprire l'utilità delle attività pratiche , che [...]

Trapano a colonna da banco

Tutto quello che devi sapere per scegliere e usare in sicurezza il tuo trapano da banco Vi sarete certamente imbattuti nell'uso del trapano a colonna da banco, se  avete fatto uno dei corsi di falegnameria creativa di Bioforme, Non accade spesso, ma quando occorre fare dei fori un po' più precisi del solito , allora  il trapano a colonna è una vera benedizione :) Trapano a colonna prezzi Le migliori offerte per questo tipo di utensili le trovi online e, nello specifico, ti consiglio di rivolgerti ad Amazon in modo tale da trovare il prezzo più basso e conveniente. Oggi è possibile acquistare un buon trapano a colonna da banco, sufficiente per lavori di fai da te ed hobbistica per prezzi intorno ai 100 euro. Si tratta di cifre veramente modeste se paragonate a quelle degli attrezzi professionali che richiedono lo stesso importo per il solo mandrino. Le migliori offerte per trapano a colonna Amazon, quelle con le recensioni migliori! [...]

Torna in cima