Sgorbie per legno e scalpelli per intagliare il legno

In questo articolo scoprirai la differenza fondamentale che passa tra uno scalpello e una sgorbia. Potrai così avere le idee più chiare su come intagliare il legno.

Sarà più facile orientarti nella scelta dell’utensile più adatto a secondo del lavoro da portare a termine.

Sei pronto?

Procediamo con ordine.

Per l’intaglio su legno o fare sculture, occorrono utensili particolari e pensati specificatamente per questo tipo di lavorazione:

  1. sgorbie 
  2. scalpelli 
  3. coltelli.

Le lame delle sgorbie, degli scalpelli e dei coltelli  sono realizzate in acciaio temperato. Per lavorare il legno al meglio sono molto affilate e perciò  taglienti.

Come incidere il legno: sgorbia o scalpello?

Spesso si scambia lo scalpello con la sgorbia e viceversa. Ma pur essendo attrezzi simili hanno una fondamentale differenza.

La conosci? 

Vediamola insieme.

La differenza tra scalpello e sgorbia sta tutta nel profilo della lama.

Gli scalpelli hanno la lama, detta anche per l’appunto tagliente, piatta.

Le sgorbie invece hanno il profilo tagliente curvo come quelle che compaiono nella foto qui sotto.

Sgorbie-per-intagliare-il-legno

Bene, ti è venuta voglia di provare?

Bioforme, la nostra associazione,  propone corsi individuali per imparare come scolpire il legno, dall’A alla Z.

Guarda il semplice esercizio di intaglio ligneo proposto nel video qui sotto e immaginati all’opera!

Non dimentichiamoci del bedano

Alla famiglia degli scalpelli appartiene anche il bedano, generalmente più grosso e robusto del normale scalpello  perché studiato per lavori più gravosi , quando si ha necessità di asportare più materiale.

E lo stracantone? Chi è costui?

Lo stracantone o scalpello ad angolo ha il profilo del tagliente angolato, come una V, che permette di incidere contorni, dettagli o lettere.

Sicurezza sempre al primo posto

Alla luce di queste prime osservazioni, si comprende  come sia molto importante prestare la massima attenzione, mantenere la concentrazione durante la lavorazione e verificare che

  1. i pezzi che si stanno intagliando siano sempre ben fissati
  2. il luogo di lavoro sia ben illuminato.

Tutto ciò per prevenire qualsiasi tipo di incidente. Sgorbie, scalpelli, bedani e stracantoni non perdonano.

Quando il legno da intagliare è particolarmente duro, è consigliabile utilizzare un mazzuolo come nella immagine qui sotto.

come impugnare uno scalpello

Ultimi ma non ultimi, i coltelli da intaglio!

coltelli da intaglioOltre a sgorbie e scalpelli, tra gli strumenti dell’intagliatore/scultore non possono mancare i coltelli da intaglio

Si tratta di lame sottili di dimensioni ridotte, montate su piccoli manici in legno. Sono ferri che si usano con una sola mano mentre l’altra tiene fermo il pezzo e si usano di solito nel tipo di intaglio detto in punta di coltello.

Quale legno per scolpire?

A seconda del tipo di disegno e della sua complessità dovrai scegliere:
legni più facili da lavorare come ad esempio
pino
pino cirmolo
abete
tiglio
pioppo
legni duri e pregiati più difficili da lavorare, ma con una resa estetica e una resistenza superiore come
noce europeo
acero
pero
bosso
olivo
castagno
ebano

Letture consigliate

L’intaglio del legno. Arte e tecnica

di Antony Denning (Autore), N. Biagini (a cura di), P. intaglio-del-legno-arte-e-tecnicaLazzarin (Traduttore)

Non sai da dove cominciare?

Bene, qui trovi tutte le informazioni di cui hai bisogno per incominciare a intagliare e incidere il legno. Ben 12 i progetti illustrati passo passo:

dalle posate da insalata al tagliacarte, dall’intaglio di lettere alla scatola decorata, dal pannello in rilievo al gattino tridimensionale.

Le istruzioni sono chiare, ma ciò che più aiuta sono le  sequenze fotografiche che ti guidano in ogni fase del lavoro. Proprio come avere al proprio fianco un maestro artigiano che ti mostra tutti i tipi di intagli.

Ottimo!

Manuale di scultura su legno. Dal bassorilievo al tutto tondo

di Giuseppe Binel

Questo manuale ti offre una panoramica di tutte le tecniche, le nozioni, le malizie e gli accorgimenti attinenti su come fare sculture in legno. 

Ti suggerisce l’acquisto dei materiali e delle attrezzature per attrezzare il tuo laboratorio. 

Descrive con minuzia di particolari i trattamenti delle superfici e di tutte le fasi di progettazione, sgrossatura e scavo di una scultura.

Senza soluzioni preconfezionate, non illustra una sola tecnica per eseguire la scultura su legno, ma un ampio ventaglio di tecniche che ti permettono di realizzare opere personalizzate.

Sono inclusi nel libro cinque esempi di basso e altorilievi e sculture appositamente studiati per illustrare al principiante i materiali, l’attrezzatura e le tecniche di esecuzione di elaborati con vario grado di difficoltà.

Il linguaggio è semplice e discorsivo, con particolare attenzione agli aspetti pratici e ai problemi concreti.

Tutte le tecniche illustrate sono state collaudate personalmente dall’autore, che svolge la professione di scultore da oltre vent’anni.

Da tenere sempre a portata di mano per tutti gli aspiranti scultori e intagliatori!