Seghe per legno

Gli elettroutensili  per tagliare il legno (sega circolare, seghetto alternativo, troncatrice, ecc.) funzionano bene.

Nel laboratorio di falegnameria artistica Bioforme, tuttavia, amiamo soprattutto le seghe per legno manuali perchè sono molto più precise e sono…adorabilmente silenziose.

E’ però fondamentale che tu scelga la sega giusta.

Iniziamo con il dire che le seghe da falegname manuali, si dividono in due gruppi:

  1. a lama libera 
  2. ad arco.

Ricorda che il legno cresce in verticale ed è composto da milioni di cellule dalla forma allungata che compongono la venatura. Per segare il legno, dunque, si può lavorare in due modi; lungo o attraverso questa venatura.

Vantaggi e svantaggi dei due tipi di seghe

Le seghe con lama libera ci permettono di tagliare dappertutto ma, oscillando un poco, possono essere meno precise.

La lama ad arco è più rigida ma, proprio a causa dell’arco, siamo limitati nella profondità del taglio.

In generale per effettuare  un taglio preciso occorre:

  • verificare che la lama della sega sia affilata
  • sistemare il pezzo di legno da tagliare su un supporto stabile
  • segnare la linea di  taglio con una matita
  • appoggiare la lama sul legno a contatto con il pollice che farà da guida
  • non tagliare sopra la linea tracciata, ma subito a fianco della stessa dalla parte che vogliamo scartare. La traccia segnata è valida come guida per avere un riscontro sempre visibile della linea da seguire
  • tirare all’indietro la lama un paio di volte, avendo cura di allontanare il pollice
  • il movimento deve essere naturale e sciolto, senza mai perdere di vista la linea di taglio
  •  quando la lama è  instradata è possibile scendere lungo la linea di taglio  con più forza utilizzando la lama in tutta la lunghezza
  • se la sega dovesse impuntarsi nel legno si può lubrificare la lama con poche gocce d’olio o altro lubrificante come il sapone di marsiglia

Si, anche per segare bene ci vuole un po’ di pratica e pazienza.

L’importante è non avere paura di sbagliare perchè all’inizio sarà inevitabile.

Seghe per legno ad arco

sega da traforo ad archettoSega a traforo 

(Offerta su AmazonRecensioni)

Questa  piccola sega ad arco ha una lama finissima. I denti così fitti ti permettono dei tagli curvi molto precisi.

Vediamo insieme a cosa serve…

Il traforo ti serve per tagliare i piallacci dell’intarsio o qualsiasi cosa richieda una grande precisione e numerosi cambiamenti di direzione. Puoi arrivare a tagliare anche spessori di 30mm. Più la lama è robusta e grande, maggiore lo spessore che puoi segare, naturalmente.

I più inesperti forse pensano che si tratti di uno strumento usato solo dai bambini per i loro primi lavoretti di falegnameria. Per questo è una sega ingiustamente sottovalutata.

In realtà è utilizzato anche dal falegname provetto o dal liutaio per tagliare con precisione compensati e altre tavole sottili.

Assolutamente indispensabile!

Sega per metalli

(Offerta su AmazonRecensioni)

Seghetto per metalloServe per tagliare materiali metallici di sensibile spessore. Il modello nella foto qui accanto è di alluminio pieno con le parti bordate in gomma in corrispondenza dell’impugnatura. Questa sega è più pesante rispetto ad altre e dunque ti permette di tagliare il metallo con minor sforzo. Inoltre l’impugnatura comoda e ergonomica garantisce una presa più salda. Diventà perciò più facile tagliare dritto.

 

segaccio ad arco

Segaccio ad arco (offerta su Amazonvedi tutte le recensioni)

Questa sega è  molto diffusa  tra i falegnami perché offre grande precisione a chi la sa usare. Infatti è difficile da controllare per la sua lama piuttosto stretta. E’ indicata soprattutto per tagli attraverso la venatura.

 Seghe a lama libera

sega da falegnameSegaccio o saracco

(offerta su Amazonvedi tutte le recensioni)

Questo termine viene utilizzato per indicare la sega formata da una lama trapezoidale senza struttura, che termina con un’impugnatura a forma di pistola.

sega_forettoSega a foretto

(offerta su Amazon)

Piccola sega con lama a punta, permette di iniziare un taglio dall’interno di un foro, utile ad esempio per realizzare le sedi per inserire le serrature. La dentatura è relativamente fine ed è affilata per tagli trasversali.

Gattuccio a lama intercambiabile

Questa sega, che assomiglia alla sega a foretto, offre la possibilità di sostituire la lama, ma serve per lavori poco impegnativi.

sega a dorso rigidoSega piccola a dorso rigido

Utilissima con denti molto fini e affilati per tagli trasversali. La costola di metallo la irrigidisce e consente tagli molto controllati. Serve per lavori di precisione, come ad esempio quelli occorrenti per le code di rondine.

Sega a dorso rigido. Come la precedente ma più grande, serve per tagli precisi ma più grossi.

Sega da perni

Ha una lama orizzontale e serve per tagliare a filo elementi che sporgono dalla superficie.

 

Sega per legno giapponese

Ha la caratteristica che taglia nella fase di trazione e non di spinta, e può avere così una lama meno rigida. Per approfondire leggi anche il post Sega giapponese – precisa come un laser.

sega a fili d'acciaioSega a fili d’acciaio

La sua caratteristica è di essere leggera e di occupare pochissimo spazio. Ciò  la rende particolarmente  utile per chi si sposta a piedi.  E’ utile solo per tagli piccoli.